En poursuivant votre navigation sur ce site, vous acceptez l'utilisation de cookies pour vous proposer des contenus et services adaptés.
Mentions légales.
 
 
 
 
   Le Vénérable Père Marie-Antoine de Lavaur, capucin, appelé Le Saint de Toulouse (1825-1907)
  
 
 
 
Vous êtes ici :   Accueil » 2. Il libro "I miei Ricordi"
    Imprimer la page...

2. Il libro "I miei Ricordi"

 

I MIEI RICORDI

 

P. Marie-Antoine de Lavaur, cappuccino (1825-1907)

« L’Apostolo di Lourdes »

 

Miei-Ricordi.jpg 

 

Immaginate la scena. Don Joseph Périlié, il carissimo nipote di P. Marie-Antoine, diventato sacerdote, è stato appena nominato parroco di Missècle nella diocesi di Albi. Una missione popolare, seppur breve, in quella parrocchia renderà gli inizi più facili. Siamo nel 1894, ai primi del mese di settembre. Il sacerdote ne approfitta per rinnovare la sua richiesta con una insistenza particolare :

-“ Caro zio, è necessario scrivere i suoi ricordi, soprattutto quelli prima della guerra del 1870, un’epoca così diversa del nostro mondo attuale. Si dicono così tante cose su di lei, ci deve illuminare, mettere in chiaro tante cose”.


Anche i suoi confratelli cappuccini attendono e richiedono da quell’illustre anziano che metta nero su bianco i punti chiave della storia della loro comunità, quali la fondazione del convento di Tolosa, il suo ruolo a Lourdes agli inizi del santuario, o in che modo si manifesta effettivamente e concretamente la presenza di Maria nelle sue missioni e nella sua vita. P. Marie-Antoine trova sempre tempo per acconsentire ai loro desideri. Dorme tre ore a notte, e seppur inizino molto presto le confessioni dei contadini, intorno alle 4.30, può pregare e scrivere.

- “ Poi, aggiunge don Périlié, tutto il bene che ha fatto durante il suo ministero così fecondo, potrebbe avere un prosieguo leggendo queste pagine di ricordi, in una misura che Dio vorrà sicuramente abbondante ed efficace ”.

Ed è così che il Missionario cominciò a scrivere i suoi ricordi il giorno della festa della Madonna del Rosario, concludendo la domenica successiva, festa della Maternità de Maria.

 

È una storia colorita, e al tempo stesso la testimonianza di fede che garantisce che l'uomo può fare ogni cosa, anche miracoli, semplicemente mettendo tutto in assoluta fiducia, nelle mani di Dio. Facendo propria questa parola di san Paolo : « Non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me».  E con la fiduciosa certezza di poter contare, nella sua missione - ognuno di noi ha una missione particolare, personale - sulla potente intercessione della Madre di Dio, una Madre vicinissima e profondamente amata, la migliore, la più amorevole della Madri così vicina, vicinissima a Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo, che nulla gli può rifiutare.

 

P. Marie-Antoine sgrana, attraverso i suoi ricordi, con un'applicazione e un fervore contenuto, le grazie che ha ricevuto dalla Vergine Maria durante la sua vita. Per obbedire a Maria Immacolata, per servirla quale servo che dovrà rendere conto per tutte queste grazie ricevute, non lo ferma nulla, nessun limite umano di sforzi, di fatiche, di lotte, affinché il mondo venga a Lourdes dove Maria ha promesso di aspettarlo.

 

Lourdes di cui è il predicatore, il confessore, l’iniziatore di tutta la liturgia popolare delle processioni, a cominciare da quella aux flambeaux di cui si sono festeggiati i 150 anni nell’agosto 2013. Ha conosciuto Bernadette, le ha dato la comunione, non ha mai dubitato di lei quando la si voleva rinchiudere ! Questi testi molto semplici, limpidi, scritti con un totale distacco da se stesso, ci fanno capire, toccare con mano, in che modo, l’amore mescolandosi con la fede allo stato quasi puro, può fare un santo, al di là della personalità dell’uomo, e quali strade ci apre.

 

Il Testamento spirituale che segue e che ne è come il coronamento, è del 1904. Alcune poesie, sacre o allegre, degli ultimi anni, concludono questo ritratto in azione, variegato e vero, del missionario, insieme significativo e insolito, e così vicino a noi.

 

Sacre ? Come questa :

Com’è grande il mio deserto!

Com’è immenso il mio cielo!

Il mio cuore gira e rigira,

E corre in quella direzione!

Dove va? Dove va?

Oh, conosco bene il posto.

Vola verso il cielo!

Vola verso il suo Dio!

Sulla via del cielo

Tracciata dalla Stella,

Vuole seguire il suo cuore,

Oh Vergine immacolata!

 

O allegre? :

Ruffin fa la guardia alla porta, Hubert cucina,

Cucina senza preparazione, senza condimento: melanzana,

Aglio, cavolo, rapa, fagioli sono i favoriti,

Ma la patata ha il posto d’onore.

L’orto, ci concedeva largamente per condividere

Ciò che Noè mangiava prima del grande naufragio.

 

 

152 pagine. Prezzo publico: € 12 + costi di spedizione € 4,50.

Edizione italiana in vendita nelle librerie di Lourdes, a Roma e a l’APMA, 25 rue de la Concorde 31000 Toulouse. editions.du.Pech@orange.fr

Diffusion librai: AVM Diffusion, ameliand@avm-diffusion.com

Per comandare "I Miei Ricordi", 14a: clicca qui

Poesie del Padre Marie-Antoine clicca qui

Preghiera per la Beatificazione del Padre Marie-Antoine clicca qui



Date de création : 03/01/2015 00:50
Dernière modification : 01/11/2018 01:01
Catégorie : Menu général - Lingua italiana
Page lue 1132 fois